Menu Chiudi

Blog

Autorizzazioni per il gazebo per manifestazioni: cosa c’è da sapere

Il periodo principale per organizzare delle manifestazioni di qualsiasi tipo (politiche, informative, raccolte fondi, feste, ricorrenze, compleanni e via dicendo) è sicuramente il periodo primaverile/estivo, con uno strascico lungo fino all’autunno in caso di bel tempo. Grazie alle condizioni climatiche miti è possibile svolgere queste manifestazioni all’esterno, in modo da poter vivere momenti piacevoli (in caso di manifestazioni private), o per raggiungere un potenziale pubblico sempre più vasto (nel caso delle manifestazioni politiche o informative).

È necessario quindi avere un gazebo per manifestazioni che possa riparare dal caldo, dal vento e che possa anche incuriosire, attirando ogni passante.

È possibile noleggiare un gazebo per manifestazioni presso le aziende che offrono questo tipo di servizio, ma la cosa importante è quella di assicurarsi che il gazebo sia a norma, per non incorrere in possibili problemi legali.

Nel caso di manifestazione su suolo pubblico è necessario avere l’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico, e per ottenerla è necessario rispettare una serie di normative, che monitorano anche il gazebo per manifestazioni.

Il gazebo per manifestazioni deve rispettare la normativa UNI EN 13782:2015, che elenca i requisiti di sicurezza da rispettare. Per esempio è necessario calcolare il carico di vento che dovrà essere supportato in base a una serie di varianti:

  • Dove verrà svolta la manifestazione.

  • La durata della manifestazione.

  • L’installazione deve essere supervisionata da un controllore della società di noleggio.

Inoltre bisognerà sempre considerare che il tendone del gazebo per manifestazioni deve essere ignifugo con materiali non superiori alla classe 2, per contrastare la diffusione del fuoco.

Altri post