Menu Chiudi

Blog

Come organizzare un evento benefico: le regole da seguire

Per organizzare un evento benefico bisogna partire da alcune componenti imprescindibili. Una buona pianificazione permetterà di non incorrere in spiacevoli imprevisti e di dare all’evento la giusta risonanza. 

Un evento benefico nasce solitamente con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico su di un tema di particolare importanza e interesse. A seconda dei casi, può essere prevista anche una raccolta fondi, i cui proventi saranno destinati ad un istituto di ricerca, ad un’associazione impegnata nel sociale o ad un’organizzazione no-profit. 

Obiettivi chiari per l’organizzazione di un evento benefico

Chi organizza un evento di beneficenza può mettere in campo diverse risorse, scegliendo una modalità di svolgimento differente a seconda degli obiettivi. Il programma, la location e la durata, dunque, cambieranno in base al target di riferimento e al budget disponibile.  

Se, ad esempio, bisogna raccogliere una determinata somma da devolvere ad un ente impegnato in campo scientifico, si potrà organizzare un pranzo o una cena di gala, oppure puntare su un rinfresco più informale. 
Se, invece, lo scopo è far conoscere uno specifico problema ad un nutrito pubblico, si può puntare su un convegno con esperti del settore, una tavola rotonda o la proiezione di un docufilm.

Le regole per l’organizzazione di un evento benefico

Se si vuole conseguire un risultato impeccabile nell’organizzazione di un evento benefico, sarà utile seguire tre “regole d’oro”. 

Pianificazione – Anche se la natura di un evento benefit è differente, rispetto ad un tradizionale convegno o ad un concerto a pagamento, la pianificazione rimane un elemento di fondamentale importanza. È necessario, pertanto, compilare un programma dettagliato delle attività offerte al pubblico e una lista delle attrezzature indispensabili, anche per avere ben chiaro il costo complessivo della manifestazione. 

Passione – Affinché una serata di beneficenza riesca al meglio, è importante che tutte le figure coinvolte nella fase di organizzazione credano nel progetto. La passione, infatti, è l’elemento chiave di un evento benefit, che può fare la differenza tra un successo e un flop. Occorre, dunque, studiare con cura la comunicazione, anche nelle settimane che precedono la manifestazione, e preparare il pubblico con articoli, approfondimenti, video e altri contenuti volti a sensibilizzare e attirare l’interesse sul tema. 

Trasparenza – La trasparenza, quando si organizza un evento a tema benefit, è a essenziale. Il pubblico, infatti, si sentirà più coinvolto e sarà più propenso a donare se saprà con certezza come verrà utilizzato quel denaro. Per questo motivo, gli obiettivi da raggiungere e i destinatari della donazione vanno dichiarati in anticipo. 

A chi rivolgersi per organizzare un evento benefico 

Per dare vita ad un benefit di successo, è importante rivolgersi a una ditta specializzata come Euroallestimenti, da lungo tempo operativa nel settore degli eventi e disponibile in tutta Italia. Il nostro team saprà darvi suggerimenti adatti per un’organizzazione impeccabile e fornirvi il necessario per l’allestimento di manifestazioni temporanee, comprese quelle a tema benefico. Potete inoltre chiedere un preventivo per il noleggio di palchi, gazebo, generatori, panche, sedie e di tutto l’occorrente.

Altri post